Libraesva lancia la sfida al Castello di Carte degli hacker
22 ottobre 2018
Elementi di sicurezza negli impianti domotici – parte terza
23 ottobre 2018

Kingston Technology – Dati in mobilità nell’era del GDPR

L’utilizzo di unità Flash UBS crittografate è un elemento essenziale nella promozione della sicurezza informatica aziendale, soprattutto in tempi di GDPR. Uno scenario comune è quello che vede i dipendenti salvare dati sensibili sui drive USB senza però utilizzare alcuna forma di crittografia hardware, e la mancanza di attenzione da parte di organizzazioni e dipendenti verso il modo in cui vengono utilizzati i drive USB è un rischio ancora troppo sottovalutato, che spesso conduce all’inosservanza del regolamento e a conseguenze negative non solo in termini economici, ma anche di immagine pubblica.

In un mondo in cui la mobilità diventa sempre più importante e dove spesso i dipendenti lavorano dalla propria abitazione o in ambienti BYOD (Bring Your Own Device), vale a dire utilizzando i propri dispositivi personali, sorge per le aziende la necessità di migliorare gli aspetti della sicurezza associati alla gestione dei dati in mobilità.

Allo stato attuale, la crittografia dei dati rappresenta l’alternativa più avanzata per assicurare l’integrità dei dati confidenziali che le aziende ogni giorno trasferiscono fuori dal proprio network, tutelandole così dagli impatti sanzionari previsti con l’entrata in vigore del nuovo regolamento europeo. La procedura non richiede alcuna competenza tecnica, e ciò rende la soluzione molto semplice sia da implementare che da utilizzare. Se migliorare le reti e il livello di sicurezza informatica all’interno delle aziende si rivela un processo lungo e arduo per qualsiasi reparto IT, con la crittografia viene semplicemente richiesto agli utenti di interagire con il processo crittografico solo quando, collegando un drive a un computer, compare la necessità di inserire una password. La semplicità di utilizzo rappresenta un fattore essenziale, in quanto le soluzioni eccessivamente complesse accrescono le probabilità che i dipendenti si rifiutino di utilizzarle.

Al fine di garantire che le aziende siano in grado di operare in conformità al regolamento GDPR dell’UE, Kingston Technology mette a disposizione un’ampia gamma di drive USB crittografati di classe aziendale dal costo accessibile (DTVP 3.0), dotati di sicurezza elevata (DT4000 G2), e drive con tastierino numerico (DT2000). Inoltre Kingston vanta una linea di prodotti a marchio IronKey, recentemente acquisito, per offrire soluzioni con certificazione FIPS 140-2 di Livello 3, destinate alle organizzazioni che necessitano di elevati livelli di crittografia e sicurezza. Inoltre DataLocker® Inc., azienda produttrice di software partner di IBM, offre soluzioni come SafeConsole® e piattaforme EMS (Enterprise Management Services) utilizzate sui drive Kingston e IronKey. Entrambe le soluzioni consentono agli amministratori IT di gestire in modo centralizzato i drive USB crittografati, per adeguarsi ai requisiti di compatibilità e fornire allo stesso tempo un maggior livello di supporto. Le funzionalità offerte includono la possibilità di impostare una password da remoto, configurare le password e le regole di accesso ai dispositivi, attivare gli audit di verifica della conformità, disattivare un drive da remoto e tanto altro ancora.

Per maggiori informazioni: https://www.kingston.com/it/gdprsecurity

Download PDF
Condividi sui Social Network:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI ICT SECURITY MAGAZINE

Una volta al mese riceverai gratuitamente la rassegna dei migliori articoli di ICT Security Magazine

Rispettiamo totalmente la tua privacy, non cederemo i tuoi dati a nessuno e, soprattutto, non ti invieremo spam o continue offerte, ma solo email di aggiornamento.
Privacy Policy