Principali problematiche di sicurezza e di privacy nel settore della robotica
18 Aprile 2017
Attacco Phishing utilizza caratteri Unicode nei domini, rendendoli quasi impossibili da identificare
21 Aprile 2017

Fallito il lancio del missile Nord Coreano – Avanza l’ipotesi di un intervento da parte del cyber comando Americano.

Il Segretario della Sicurezza Nazionale John Kelly, in una video intervista rilasciata alla NBC News, rivela come la Corea del Nord rappresenti una cyber-minaccia per gli Stati Uniti.

Sottolineando l’importanza della cybersecurity nazionale e la priorità ad innalzare i livelli di sicurezza in tale ambito, sminuendo invece la probabilità di un attacco nucleare da parte di Kim.

Come promesso a inizio anno, il 15 aprile, giorno successivo alla grande parata militare tenutasi a Pyongyang, La Corea del nord mette in atto un test missilistico nei pressi di Sinpo, con il lancio del missile razzo balistico a medio raggio esploso però in mare 5 secondi dopo, deludendo così le aspettative di Kim Jong-un.

La lunga serie di guasti tecnici molto simili tra di loro nel programma militare della Corea del Nord, fanno si che l’ipotesi di sabotaggio da parte della task force anti-hacker messa in campo dal Pentagono, il quale dichiara di aver intercettato e tracciato il missile, sia sempre più credibile. Confermando così la teoria di una cyberguerra messa in atto dagli USA per controllare e limitare l’offensiva di Pyongyang.

Ancora nessuna conferma sulle  interferenze informatiche da parte di Trump, anche se risulta molto probabile l’intervento dei soldati cibernetici americani che con un malware nascosto avrebbero causato il malfunzionamento del missile.

L’ipotesi diventa ancore più credibile se si considera che la Corea del Nord è costretta ad importare hardware e con grande probabilità tali componenti vengono deliberatamente infettati affinché rimanga da parte delle nazioni produttrice un margine di controllo e gestione su tali armi di distruzione a garanzia della propria tutela e sicurezza.

Nessuna volontà di commentare l’accaduto da parte di Donald Trump. James Mattis, Il Segretario alla Difesa a capo del Pentagono, risponde all’accaduto con la seguente nota “Il presidente e la sua squadra militare sono al corrente dell’ultimo tentativo fallito di lancio missilistico della Corea del Nord. Il presidente non ha alcun ulteriore commento”

Download PDF
Condividi sui Social Network:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI ICT SECURITY MAGAZINE

Una volta al mese riceverai gratuitamente la rassegna dei migliori articoli di ICT Security Magazine

Rispettiamo totalmente la tua privacy, non cederemo i tuoi dati a nessuno e, soprattutto, non ti invieremo spam o continue offerte, ma solo email di aggiornamento.
Privacy Policy