Normativa sui Cookie: l’Italia adegua le linee guida e in Europa sanzioni da 100 milioni di euro a Google e 35 milioni per Amazon
1 Febbraio 2021
Cybersecurity: testare la responsiveness del team di incident management con i Full Spectrum Vulnerability Assessment
3 Febbraio 2021

Sicurezza informatica aziendale e continuità operativa nella cornice dello Smart working – Cyber Security Virtual Conference 2020

Occorre essere pronti al cambiamento culturale con una maggiore consapevolezza della trasformazione tecnologica in atto

Una Cyber Security Virtual Conference di estrema attualità e rilevanza, tenutasi su www.ictsecuritymagazine.com e focalizzata sulle tematiche di Sicurezza informatica aziendale e continuità operativa nella cornice dello Smart working. Il lavoro da remoto e il trattamento dei dati personali durante (e oltre) il Coronavirus. La tavola rotonda pone l’accento sull’urgenza di un consolidamento che induca ogni organizzazione a ripensare le infrastrutture nella nuova ottica, a partire dai sistemi comunicativi, elaborativi e di memorizzazione. Tali decisioni influiranno soprattutto sulla sicurezza dei dati, sul business e sulla produttività dei dipendenti, nonché sull’efficienza dei processi aziendali. L’obiettivo sarà quello di derivare dalle criticità del Coronavirus un’opportunità per la modernizzazione dell’Italia.

Con l’improvviso inizio dell’emergenza pandemica, le aziende hanno dovuto necessariamente approntare idonei meccanismi per consentire ai propri dipendenti di lavorare in smart working. Si è trattato di uno shock riguardante milioni di lavoratori, in un panorama nazionale in cui la stragrande maggioranza delle attività si sono dovute confrontare con aspetti gestionali, organizzativi e giuridici del lavoro agile e del telelavoro – nel settore privato come nella Pubblica Amministrazione. La sfida attuale riguarda un’evoluzione dei processi aziendali per permettere ai dipendenti di svolgere attività lavorative da remoto, con una maggiore attenzione alla sicurezza degli accessi alla rete Intranet e Cloud-based. Con adeguati piani di continuità operativa, il lavoro dinamico e flessibile svolto in luoghi esterni al perimetro aziendale può rappresentare un progresso favorevole.

Particolare importanza è rivestita dal Cloud come surrogato virtuale dello spazio fisico. Quali sono i criteri per la scelta di un fornitore di servizi cloud che possa garantire sicurezza e integrità, protezione dei dati e privacy? Perché è essenziale avviare un processo di cloudification delle applicazioni e dei servizi IT? Gli autorevoli esperti analizzano, nel corso della conferenza, le dinamiche fondamentali del passaggio allo smart working, evidenziando non soltanto le soluzioni tecnologiche, ma anche gli aspetti giuridici inerenti le rispettive responsabilità del trattamento dei dati personali ed i vuoti normativi da colmare anche dal punto di vista contrattuale.

Con Francesco Maldera – Data Protection Officer e Data Specialist – nel ruolo di moderatore, sono intervenuti: Vincenzo Calabrò, Referente Informatico e Funzionario alla Sicurezza CIS per il Ministero dell’Interno, Professore a contratto di Tecnologie per la Sicurezza Informatica, presso UniRC; Fabrizio Cassoni, Sales Engineer per F-Secure e Stefano Gorla, Cyber & Compliance Service Coordinator, fra i maggiori esperti italiani nell’ambito dei processi aziendali.

Sono disponibili i replay della Cyber Security Virtual Conference 2020, vi invitiamo ad effettuare l’accesso oppure la registrazione per visualizzare il contenuto integrale del convegno al seguente indirizzo web: ‘Sicurezza informatica aziendale e continuità operativa nella cornice dello Smart working. Il lavoro da remoto e il trattamento dei dati personali durante (e oltre) il Coronavirus’.

Condividi sui Social Network:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI ICT SECURITY MAGAZINE

Una volta al mese riceverai gratuitamente la rassegna dei migliori articoli di ICT Security Magazine

Rispettiamo totalmente la tua privacy, non cederemo i tuoi dati a nessuno e, soprattutto, non ti invieremo spam o continue offerte, ma solo email di aggiornamento.
Privacy Policy