fbpx
Il professionista dell’inganno: l’ingegnere sociale
11 Novembre 2019
I rischi di cyber attacchi in vetta alla classifica dei rischi aziendali più temuti sia in Europa che in Italia
13 Novembre 2019

L’Identity Governance come difesa dagli insider threat: il caso di Notartel

Le statistiche evidenziano che a livello mondiale circa il 30% degli incidenti di sicurezza e dei data breach sono attribuibili ad “insider threat”, cioè minacce interne all’organizzazione.

Notartel, una realtà che dal 1997 realizza e gestisce servizi informatici e telematici per i notai italiani, grazie al supporto di Par-Tec, software & infrastructure system integrator con 20 anni di esperienza nel mercato delle telco e della finanza on-line, ha implementato una piattaforma per la corretta gestione del ciclo di vita delle identità digitali e il monitoraggio delle attività svolte dagli utenti privilegiati.

Stefano Tufoni, Responsabile IT Operations di Notartel, spiega che “pur non avendo mai fronteggiato situazioni di questo tipo, sappiamo quanto sia importante curare il “fattore umano”, facendo convergere regole, comportamenti e tecnologie. Siamo partiti dalla definizione di ruoli, responsabilità e competenze all’interno dell’organizzazione, evitando di creare degli utenti con privilegi illimitati che possono commettere errori in buona fede o diventare vittime pregiate (in caso di furto d’identità). Il passo successivo è stato tradurre il tutto in un set di policy e automatismi da applicare mediante strumenti ad hoc”.

Riccardo Fiano, Sales Manager di Par-Tec, spiega che “sul fronte della tecnologia, uno dei momenti chiave del progetto è stata l’adozione delle appliance Safeguard di One Identity utilizzate per monitorare, memorizzare ed analizzare le attività svolte dagli utenti privilegiati. La soluzione è stata poi integrata con un modulo che automatizza ed irrobustisce i processi di autenticazione, introducendo ad esempio l’autenticazione a due fattori ed i workflow autorizzativi”.

Massimiliano Micucci, Sales Executive di One Identity, prosegue dicendo: “Notartel, come molte altre realtà del mercato telco, ha ben compreso i vantaggi offerti da una piattaforma integrata di questo tipo. Seppur con una scala diversa, anche negli altri mercati riscontriamo la necessità di assegnare ruoli e privilegi, evitare accessi anonimi e non tracciati, comprendere chi ha fatto cosa a seguito di un incidente di sicurezza. Questo è ancora più vero in un’epoca in cui una normativa come il GDPR impone modalità e tempistiche precise per la notifica di un data breach”.

Nel corso del Forum ICT Security 2019, Riccardo Fiano e Stefano Tufoni hanno illustrato le fasi del processo di adeguamento. La presentazione integrale è ora disponibile sul Centro Risorse del sito Par-Tec.

Download PDF
Condividi sui Social Network:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI ICT SECURITY MAGAZINE

Una volta al mese riceverai gratuitamente la rassegna dei migliori articoli di ICT Security Magazine

Rispettiamo totalmente la tua privacy, non cederemo i tuoi dati a nessuno e, soprattutto, non ti invieremo spam o continue offerte, ma solo email di aggiornamento.
Privacy Policy